Codice della strada – Ora il Governo vuole riscriverlo

Codice della strada – Ora il Governo vuole riscriverlo

[fonte: quattroruote.it] – Il Governo ci riprova. Dopo il clamoroso flop nella scorsa legislatura, durante la quale il disegno di legge delega per l’integrale riforma del Codice della strada fu approvato alla Camera nel 2014 ma rimase fermo oltre tre anni in Senato, fino a decadere con la fine della legislatura, il cosiddetto esecutivo del cambiamento torna alla carica. Il ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, Danilo Toninelli, ha presentato oggi in Consiglio dei ministri, che lo ha approvato, un nuovo ddl delega. Per il momento, non se ne sa di più. È molto probabile, però, che il testo non si discosterà molto dall’articolo 14 di un ben più vasto disegno di legge con cui il Governo ipotizzava di chiedere al Parlamento la delega a legiferare su moltissime materie, dall’edilizia al lavoro, dal turismo al Codice della strada, appunto.

I principi guida. Semplificando al massimo, il governo ha intenzione di chiedere al parlamento la delega a riscrivere completamente l’attuale testo, redatto all’inizio degli anni 90 e più volte modificato, sulla base di alcuni principi fondamentali ….leggi tutto

Batterie – Francia e Germania si alleano per produrle

Batterie – Francia e Germania si alleano per produrle

[fonte: quattroruote.it] – Cina e, in parte, Stati Uniti con le Gigafactory di Tesla, dominano la produzione di batterie per la mobilità prossima futura. Così Francia e Germania hanno deciso di unire gli sforzi per rilanciare la loro produzione in Europa con l’obiettivo di creare un’industria europea di veicoli elettrici. “Questa iniziativa congiunta fa compiere all’Europa un passo avanti nella creazione di una nuova industria da zero”, ha detto a Berlino il ministro dell’Economia e delle Finanze francese Bruno Le Maire, tornando sul piano presentato da Macron a metà febbario. “Le fabbriche europee produrranno pacchi batterie per veicoli che integreranno l’intera catena del valore. La strategia è stata concepita per assicurare all’Europa una leadership globale sia nella tecnologia dei veicoli elettrici che nella guida autonoma”.

Investimenti miliardari. La Germania metterà un miliardo di euro e la Francia 750 milioni in sovvenzioni per cofinanziare la costruzione di fabbriche nei rispettivi Paesi, come dichiarato dal ministro tedesco dell’economia e dell’energia Peter Altmaier e dallo stesso Le Maire. ….leggi tutto

Ricambi carrozzeria: +14,5% nel 2018

Ricambi carrozzeria: +14,5% nel 2018

[fonte: carrozzeriaautorizzata.com] – A dircelo è il Barometro Aftermarket dell’ANFIA: crescono i volumi dei ricambi di carrozzeria, +14,5%.

Sono stati diffusi in questi giorni i dati raccolti da ANFIA sull’andamento del comparto aftermarket in Italia nel 2018: +0,8% rispetto al 2017.
La rilevazione, nota con il nome di Barometro Aftermarket, si basa su una analisi statistica dei dati interna al Gruppo Componenti ANFIA, che fornisce un trend indicativo dell’andamento del mercato dei ricambi automotive su base mensile, sia a livello consolidato, sia a livello di singole famiglie prodotto.

Ciò che emerge è che quattro su cinque famiglie di prodotto sono in crescita, soprattutto i componenti di carrozzeria e abitacolo che segnano un +14,5%.

Oltre al comparto della carrozzeria, riportano la crescita maggiore i componenti elettrici ed elettronici (+5,6%). Seguono i materiali di consumo, in rialzo del 3,3%, e i componenti undercar che riportano una crescita dell’1,8%. Chiudono, invece, con il segno meno i componenti motore: -7,9%. ….leggi tutto

I sistemi ADAS obbligatori dal 2020

I sistemi ADAS obbligatori dal 2020

[fonte: carrozzeriaautorizzata.com] – Il Parlamento Europeo ha approvato una proposta di legge per rendere obbligatori i sistemi ADAS su veicoli di nuova immatricolazione a partire dal 2020.

In particolare tutti i nuovi veicoli, siano essi auto, furgoni, truck e bus, dovranno ben presto obbligatoriamente essere equipaggiati con sistemi come frenata automatica di emergenza, predisposizione a etilometro integrato, riconoscimento sonnolenza e soglia di attenzione, registrazione in caso d’incidente, avviso di frenata d’emergenza, cruise control adattativo, mantenimento attivo dell’auto in carreggiata, telecamera di retromarcia o sensori di prossimità. ….leggi tutto

Gommisti abusivi sotto la lente dei controlli della Polizia

Gommisti abusivi sotto la lente dei controlli della Polizia

[fonte: pneusnews.it] – Sono stati 749 i controlli effettuati nel 2018 dalla Polizia presso i gommisti di tutta Italia. 166, che sono il 22% degli esercizi controllati, sono risultati fuori norma con ben 69 esercizi abusivi, ovvero non iscritti in Camera di Commercio come titolati ad esercitare la professione di gommista, pari al 9% del campione. In totale sono state elevate 280 sanzioni con 35 denunce all’Autorità Giudiziaria e 63 sequestri. Questi, in estrema sintesi, i numeri forniti oggi da Giovanni Busacca, Direttore del Servizio Polizia Stradale, durante il Convegno dal titolo “Pneumatici e Sicurezza Stradale: la voce degli operatori del settore e il ruolo chiave del gommista” che si è svolto a Roma presso la sede dell’ACI.

Dati allarmanti che preoccupano ….leggi tutto

Parco auto 2018: in Italia circolano 51.682.370 veicoli (+1,3%)

Parco auto 2018: in Italia circolano 51.682.370 veicoli (+1,3%)

[fonte: notiziariomotoristico.com] – 51.682.370: questo il numero di veicoli che risultano circolanti in Italia nel 2018 (+1,3%). Per sapere tutti i numeri del parco veicolare nazionale è disponibile l’aggiornamento di “Open Parco Veicoli”, lo strumento statistico di ACI.

Basta cliccare su www.opv.aci.it “Open Parco Veicoli”, per consultare il sito che l’Automobile Club d’Italia dedica all’approfondimento statistico del parco veicolare: uno strumento facile, flessibile e affidabile per realizzare in modo semplice ed efficace le analisi sui dati del parco veicolare.

Il portale contiene i dati relativi alla consistenza del parco veicoli al 31 dicembre di ogni anno e permette ad analisti, studiosi e addetti della filiera automotive di elaborare statistiche e tabelle secondo le proprie esigenze, da scaricare nei formati più comuni (excel, csv e pdf). La presenza di grafici facilita in molte occasioni la descrizione e la comprensione dei dati.

Navigando sul sito, per esempio, è possibile ….leggi tutto

Revisioni nel 2018: spesi 2,92 miliardi di euro

Revisioni nel 2018: spesi 2,92 miliardi di euro

[fonte: notiziariomotoristico.com] – 2,92 miliardi di euro: è questa la cifra che gli italiani hanno speso nel 2018 per far revisionare le loro auto presso le officine private autorizzate (-0,9% rispetto al 2017). Il calo è da attribuire alla diminuzione dei veicoli chiamati a revisione, che sono stati 13.959.706, e cioè l’1,8% in meno rispetto al 2017.

I dati citati emergono da uno studio dell’Osservatorio Autopromotec. La cifra spesa per far revisionare le loro auto si compone di due voci: la prima riguarda il pagamento della tariffa per la vera e propria operazione di revisione, per complessivi ….leggi tutto

Volkswagen – I tedeschi ordinano sempre più diesel

Volkswagen – I tedeschi ordinano sempre più diesel

[fonte: quattroruote.it] – I motori diesel sono destinati secondo molti a sparire dalla circolazione, ma intanto pare che i tedeschi non vogliano abbandonare una delle icone della loro storia industriale. In Germania la Volkswagen sta infatti assistendo a una crescita degli ordini per veicoli a gasolio, nonostante siano molte le città alle prese con frequenti blocchi della circolazione.

Premiate le nuove tecnologie. La Casa di Wolfsburg ha precisato come nel 2018 la quota di ordini raccolti per veicoli equipaggiati con la più recente tecnologia diesel si sia attestata al 43%, contro il 39% del 2017. La domanda è stata “particolarmente forte tra i clienti privati” con una percentuale quasi raddoppiata nel giro di un anno: dal 15% al 27%. “In Germania, il dibattito sui diesel vive di emozioni e spesso si allontana dai fatti. Date la sua alta efficienza e le sue prestazioni e alla luce dei cambiamenti climatici ….leggi tutto

Euro 6 – Tutto quello che c’è da sapere sulle omologazioni

Euro 6 – Tutto quello che c’è da sapere sulle omologazioni

[fonte: quattroruote.it] – Tempi duri per gli automobilisti, che nel comprare la macchina nuova non devono fare i conti solamente con il portafogli, ma anche con la legge, sempre più severa con le vetture. Il dieselgate, e l’onda lunga che ne è seguita, ha determinato un giro di vite, accelerando l’introduzione di procedure di omologazione più restrittive e favorendo, specialmente nelle grandi città, blocchi alla circolazione dei modelli meno virtuosi.

Una giungla di codici. Così è caccia all’auto Euro 6, la classe più evoluta in questo senso. In vigore dal settembre 2014 per le auto di nuova omologazione, questa normativa europea non muta i limiti di emissione di monossido di carbonio (CO) e particolato (PM) rispetto ai già bassi livelli previsti dalle precedenti Euro 5 ….leggi tutto

Porsche Taycan – Tre anni di ricariche gratis per l’elettrica

Porsche Taycan – Tre anni di ricariche gratis per l’elettrica

[fonte: quattroruote.it] – La Taycan, la prima elettrica di nuova generazione della Porsche, arriverà nel 2020 ma, nonostante questo, la Casa ha già diramato alcune informazioni sulla quattro porte. Oltre a ufficializzare alcune delle specifiche tecniche, il costruttore ha reso noto che i clienti potranno usufruire di tre anni di ricariche gratuite alle colonnine della rete Electrify America del gruppo Volkswagen. Oltre all’iniziativa riservata agli Stati Uniti, non è da escludere che la Porsche possa proporre anche ai clienti europei delle soluzioni simili, magari appoggiandosi alle stazioni di rifornimento del consorzio Ionity, del quale la Casa di Zuffenhausen fa parte.

Ricariche illimitate per tre anni. I clienti dell’elettrica potranno accedere gratuitamente alle colonnine di Electrify America per 30 minuti: il numero di accessi effettuabili nei tre anni, tuttavia, non ha alcun limite. L’operazione della Porsche è simile a quella già attuata dall’Audi che per la nuova e-tron ha sviluppato un piano di ricariche gratuite. I clienti che sceglieranno l’elettrica dei Quattro Anelli avranno a disposizione 3.300 kWh di energia gratuita nelle colonnine di Enel X, equivalenti a circa 35 ricariche complete per un totale di ….leggi tutto

Calo incidenti, ADAS: angeli o demoni?

Calo incidenti, ADAS: angeli o demoni?

[fonte: carrozzeriaautorizzata.com] – Se da un lato le compagnie di assicurazione potrebbero presto veder calare i propri ricavi, anche le carrozzerie e le officine di autoriparazione risentiranno dell’arrivo sul mercato di veicoli sempre più intelligenti e in futuro totalmente autonomi.
Gli ADAS e tutti i sensori a bordo, che si connettono agli oggetti esterni, infatti, offrono all’automobilista di domani (ma anche di oggi) più sicurezza e di conseguenza la certezza di minori incidenti stradali.

Questo è ciò che è emerso in Francia a seguito di uno studio condotto da TCG Conseil, una nota società di consulenza francese, e riportato dal quotidiano francese Décision Atelier.

Dall’analisi compare un dato “preoccupante” per il comparto: i sinistri automobilistici sono già diminuiti del 15% tra il 2010 e il 2016 ….leggi tutto

+ 10%: più lavoro in officina a dicembre 2018

+ 10%: più lavoro in officina a dicembre 2018

[fonte: notiziariomotoristico.com] – È tempo di bilanci per le officine: aumentano le operazioni di manutenzione nel 2018. Vediamo gli ultimi aggiornamenti e le previsioni dei prossimi mesi.

Calano i prezzi, ma cresce il lavoro in officina a dicembre 2018: questo è quanto emerge dall’ultimo Barometro sul sentiment elaborato dall’Osservatorio Autopromotec (sulla base di inchieste mensili condotte su campioni rappresentativi di officine di autoriparazione).

Come mostra il grafico, la differenza (saldo) tra la percentuale di autoriparatori che hanno indicato elevato il livello delle attività e quella degli autoriparatori che lo hanno giudicato basso è stato pari a +10% in dicembre. Si tratta del terzo saldo positivo più alto registrato nell’anno 2018 ….leggi tutto

Mobilità: cresce l’Italia a due ruote, ma servono più investimenti in sicurezza

Mobilità: cresce l’Italia a due ruote, ma servono più investimenti in sicurezza

[fonte: pneurama.com] – Bike e scooter sharing, accessibilità, disponibilità parcheggi e incentivi: il terzo rapporto dell’Osservatorio Focus2R, promosso da Confindustria ANCMA e Legambiente in collaborazione con Ambiente Italia, fotografa le politiche comunali in favore di ciclisti e motociclisti.

A crescere non è solo il mercato, ma anche l’attenzione dei Comuni italiani. Tra luci ed ombre, le due ruote scalano gradualmente l’agenda politica delle amministrazioni locali. Salgono infatti la disponibilità media di infrastrutture ciclabili (+9% dal 2015), la percentuale di città dove è consentito trasportare le bici sui mezzi pubblici (+14%), i Comuni dotati di bike sharing (+6,1%), la disponibilità media di parcheggi per moto (+20,9%) e l’utilizzo diffuso di vernici non sdrucciolevoli per la segnaletica stradale (+3,4%). Ma il lavoro da fare è ancora molto e altrettanti sono i dati invariati negli ultimi tre anni o addirittura in calo, soprattutto negli investimenti per la sicurezza. È questa la fotografia dell’Italia a due ruote immortalata dal terzo rapporto Focus2R presentato oggi a Milano.

Promossa da Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Cicli Motocicli Accessori) ….leggi tutto

Autopromotec 2019, annunciati i contenuti del convegno IAM19: “L’evoluzione del business autoriparativo nei nuovi scenari di mobilità”

Autopromotec 2019, annunciati i contenuti del convegno IAM19: “L’evoluzione del business autoriparativo nei nuovi scenari di mobilità”

[fonte: pneurama.com] – A circa quattro mesi dall’apertura dei cancelli di Autopromotec, la biennale internazionale delle attrezzature e dell’aftermarket automobilistico che si terrà presso il quartiere fieristico di Bologna dal 22 al 26 maggio 2019, gli organizzatori annunciano i contenuti del convegno IAM19 – International Aftermarket Meeting 2019, uno degli appuntamenti più prestigiosi del calendario di AutopromotecEDU.

AutopromotecEDU rappresenta l’arena di approfondimento delle tematiche più attuali dell’aftermarket automobilistico a livello mondiale ed è testimonianza di quanto la manifestazione Autopromotec sia sempre più connotata non solo come appuntamento imprescindibile degli anni dispari per le attività commerciali, ma anche come momento di riflessione per tutti gli attori di un settore in rapida evoluzione, offrendo momenti di discussione e networking volti alla crescita professionale.

Il convegno IAM19, che aprirà la seconda giornata dell’edizione 2019 di Autopromotec, avrà come titolo “L’evoluzione del business autoriparativo nei nuovi scenari di mobilità” e offrirà alla comunità dell’aftermarket un’opportunità unica per poter ascoltare importanti esperti ….leggi tutto

Legge di bilancio – Le revisioni di mezzi pesanti alle officine private

Legge di bilancio – Le revisioni di mezzi pesanti alle officine private

[fonte: cna.it] – Nel corso del rush finale di approvazione della legge di bilancio, è stato inserito e approvato un emendamento che affida alle officine private la revisione dei veicoli di massa superiore ai 3,5 t.

Una richiesta che più volte avevamo avanzato, a causa dell’evidente carenza di organico degli uffici periferici della Motorizzazione, che negli ultimi tempi ha prodotto tempi di attesa, per la revisione dei mezzi pesanti, che arrivano fino ad un anno, una situazione che sta diventando insostenibile per tutto il settore trasporto su gomma.

Si tratta sicuramente di una novità e di una opportunità notevole sia per il mondo delle revisioni che per quello dell’autotrasporto, a condizione che si arrivi a definire un quadro regolamentare chiaro e condiviso, con il mondo imprenditoriale che sarà chiamato a svolgere questa importante attività a tutela della sicurezza stradale….leggi tutto

Europ Assistance: pneumatici fra le cause principali di richieste di soccorso stradale

Europ Assistance: pneumatici fra le cause principali di richieste di soccorso stradale

[fonte: pneurama.com] – Dopo i problemi di avviamento, i guasti al motore e le batterie scariche, i pneumatici e le ruote in generale sono le principali cause per le quali gli automobilisti italiani richiedono l’intervento del carro attrezzi. Lo rivela una recente indagine di Europ Assistance Italia, basata su rilevazioni effettuate nel 2017-2018…leggi tutto


CNA Gruppo Servizi Nazionale Srl
Piazza Mariano Armellini, 9A – 00162 Roma
P.Iva 11060761001

Powered by
SIXTEMA spa