In Italia in circolazione 135.194 autocarri alimentati con carburanti alternativi (+21,3% rispetto al 2013)

In Italia in circolazione 135.194 autocarri alimentati con carburanti alternativi (+21,3% rispetto al 2013)

[fonte: pneurama.com] – Dal 2013 al 2017 il numero di autocarri per trasporto merci in circolazione nel nostro Paese con alimentazione alternativa (e cioè ibrido-elettrica, a metano e a gpl) è passato da 111.439 a 135.194 unità. In cinque anni, quindi, vi è stato un aumento del 21,3%. Questi dati, di fonte Aci, derivano da un’elaborazione dell’Osservatorio sulla Mobilità sostenibile di Airp (Associazione Italiana Ricostruttori Pneumatici).

Dall’elaborazione di Airp emerge anche la situazione della crescita dal 2013 al 2017 degli autocarri in circolazione in base al tipo di alimentazione alternativa. In particolare, gli autocarri ibridi-elettrici sono quelli che hanno la quota più bassa ma hanno registrato la crescita maggiore nel periodo considerato (+51%), seguiti da quelli a metano (+21,1%) e da quelli a gpl (+19,2%)….leggi tutto

Piacenza, sequestrate oltre 15 tonnellate di PFU in un deposito rifiuti non autorizzato

Piacenza, sequestrate oltre 15 tonnellate di PFU in un deposito rifiuti non autorizzato

[fonte: pneurama.com] – Oltre 15 tonnellate di pneumatici fuori uso sequestrati. È questo il risultato dell’operazione in materia di polizia ambientale, eseguita nella mattinata del 28 novembre u.s., dal Gruppo della Guardia di Finanza Piacenza e dalla Tenenza di Castel San Giovanni, che ha permesso di scoprire lo stoccaggio di pneumatici, considerati rifiuti, all’interno di un sito ove ha sede una ditta di Borgonovo Val Tidone (PC), esercente un’attività incentrata sul deposito e la vendita on line di pneumatici usati, priva di qualsiasi autorizzazione per il deposito e lo smaltimento di rifiuti costituiti da pneumatici fuori uso….leggi tutto

Mezzi pesanti ancora in calo a novembre. Unrae prevede un netto -10% nel 2019

Mezzi pesanti ancora in calo a novembre. Unrae prevede un netto -10% nel 2019

[fonte: notiziariovi.com] – Secondo le stime previsionali elaborate da Unrae, il 2019 sarà un anno in calo se non intervengono sostegni strutturali.A determinare la prudenza degli autotrasportatori, concorre la mancanza di una politica certa di sviluppo del settore.
Sulla base dei dati del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, il Centro Studi e Statistiche di UNRAE ha elaborato una stima del mercato dei veicoli industriali, con massa totale a terra superiore alle 3,5 t, in diminuzione a novembre di -5,5% rispetto allo stesso mese del 2017 (con 2.085 unità immatricolate contro 2.207). Il cumulato dei primi undici mesi del 2018 riduce la crescita al 9,4% rispetto allo stesso periodo del 2017 (23.181 unità contro 21.196)….leggi tutto

Smart City, la città diventa connessa

Smart City, la città diventa connessa

[fonte: autopromotec.com] – Connesse, sicure ed efficienti. Partendo da queste tre caratteristiche le metropoli si trasformeranno gradualmente in Smart Cities, ovvero città intelligenti capaci di comunicare con l’ambiente esterno migliorando la condizione di vita dei propri abitanti. Se la trasformazione toccherà un lungo elenco di situazioni, dalla gestione dei rifiuti fino all’utilizzo di energie rinnovabili, le novità più interessanti arriveranno sul fronte della mobilità. Sempre più spesso si parla di auto a guida autonoma, dove l’automobilista non è più indispensabile per la conduzione del veicolo, e al tempo stesso ingenti investimenti continuano a essere realizzati con l’obiettivo di ridurre a zero le vittime della strada. Tutto questo sarà possibile in un ambiente connesso con gli utenti della strada, dove i mezzi comunicheranno tra di loro e con le infrastrutture. Nonostante possa sembrare fantascienza viste le condizioni in cui versano molte città italiane, le Smart Cities sono già realtà grazie a reti e infrastrutture intelligenti partendo da Milano in testa alla classifica di miglior Smart City….leggi tutto

SARÀ PARI ALL’11,10% DEL PIL LA SPESA PER GLI AUTOVEICOLI IN ITALIA NEL 2018

SARÀ PARI ALL’11,10% DEL PIL LA SPESA PER GLI AUTOVEICOLI IN ITALIA NEL 2018

[fonte: autopromotec.com] – Sarà dell’11,10% l’incidenza della spesa per gli autoveicoli sul prodotto interno lordo italiano del 2018. La stima è stata fatta dall’Osservatorio Autopromotec, che ha determinato in 195,3 miliardi di euro il totale delle spese sostenute dalle famiglie e dalle imprese italiane per l’acquisto e l’esercizio degli autoveicoli (quindi non solo delle autovetture, ma anche di veicoli commerciali, veicoli industriali e autobus). Questa imponente spesa è superiore del 3,3% rispetto alla spesa corrispondente relativa al 2017, quando ammontava a 189 miliardi.

Come mostra la tabella, la prima voce di spesa per importanza è quella relativa all’esborso per i carburanti a cui sono stati destinati nel 2018 ben 60,7 miliardi di euro, con un’incidenza complessiva sul totale della spesa del 31,1%. Rispetto al 2017 vi è stata una crescita notevole (+8,3%) dovuta all’aumento dei consumi, ma soprattutto ai rincari dei prezzi alla pompa di benzina e gasolio. Al secondo posto nella graduatoria della spesa vi è l’acquisto di autoveicoli a cui nel 2018 sono stati destinati 50,3 miliardi, contro i 50,2 del 2017. Come si vede, l’incremento è molto lieve (+0,2%)….leggi tutto

La riparazione del futuro: più lavoro, meno soldi, ma non per tutti

La riparazione del futuro: più lavoro, meno soldi, ma non per tutti

[fonte: notiziariomotoristico.com] – La traiettoria della riparazione del futuro è ormai segnata dall’impatto che la nuova tecnologia, implementata sui veicoli per permettere la guida assistita prima e la guida autonoma poi, avrà nel settore della riparazione e del post-vendita delle automobili. Il mercato della riparazione, sia essa autorizzata o indipendente, dovrà affrontare l’impatto dell’aggiornamento continuo degli operatori e delle attrezzature, che permettano di effettuare tutte le operazioni di ripristino o di taratura degli ADAS anche e soltanto successivamente a un cambio gomme da estivo a invernale….leggi tutto

Ecotassa – Si pagherà sopra i 160 g/km

Ecotassa – Si pagherà sopra i 160 g/km

[fonte: quattroruote.it] – Dopo quasi due settimane di discussioni, maggioranza e governo hanno trovato l’accordo su ecotassa ed ecobonus. Partiamo dalla prima, con l’avvertenza che il testo dell’emendamento di cui Quattroruote è in possesso, e sul quale c’è la convergenza delle due anime della maggioranza, pur essendo già stato depositato, non è ancora stato approvato. Ecotassa sopra quota 160 g/km. Partiamo dall’ecotassa. Riguarderà tutte le auto nuove con emissioni di anidride carbonica superiori a 160 g/km che saranno acquistate e immatricolate nel periodo compreso tra l’1 marzo 2019 e il 31 dicembre 2021. Potrà essere applicata anche alle auto precedentemente immatricolate all’estero….leggi tutto

Ecotassa – Elettriche e ibride plug-in raddoppieranno i volumi

Ecotassa – Elettriche e ibride plug-in raddoppieranno i volumi

[fonte: quattroruote.it] – Quale impatto avrà la manovra bonus/malus sul mercato, sulle tasche degli italiani e sulle casse del governo? Vediamo di capirlo aiutandoci con la relazione tecnica che accompagna l’emendamento. E che si basa, com’è logico, sulla fotografia del mercato dell’auto in Italia nei primi 11 mesi del 2018, in cui sono state targate circa 1,83 milioni di auto nuove. Di queste, le elettriche (comprese le range extender) sono state 4.802 e 4.135 le ibride plug-in con emissioni fino a 70 g/km di anidride carbonica. In pratica, le vetture che avrebbero beneficiato dell’incentivo sarebbero state complessivamente 8.937, lo 0,5% del mercato. Sul fronte opposto, quelle che sarebbero state colpite dall’ecotassa, cioè quelle con emissioni superiori a 160 g/km, sarebbero state 82.045, pari al 4,5%. La gran parte di quelle immatricolate, invece, sta nel mezzo. Uno stock di circa 1,73 milioni di auto, il 95% del totale, non coinvolte dalla misura che sta per approvare il parlamento….leggi tutto

Centri di Revisione – Con eliminazione tariffe minime, a rischio sicurezza stradale dei veicoli

Centri di Revisione – Con eliminazione tariffe minime, a rischio sicurezza stradale dei veicoli

[fonte: cna.it] – Ancora scompiglio nel mondo delle revisioni auto. Questa volta a causa di un parere dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, che sta allarmando tutti i centri di revisione privati.

Il suddetto parere, infatti, sostiene che la fissazione di una tariffa per le operazioni di revisione dei veicoli deve ritersi abrogata da quelle misure dell’ordinamento che hanno eliminato le restrizioni all’esercizio delle attività economiche, che non siano giustificate da interessi generali e di rilevanza costituzionale. Si sostiene infatti che il regime di autorizzazione e i relativi controlli, sono di per sé sufficienti a garantire un adeguato livello di qualità del servizio e la conseguente sicurezza stradale, rendendo di fatto non necessaria la previsione di una tariffa minima.

Una posizione questa che denota una scarsa conoscenza del settore….leggi tutto

Auto diesel usate – Le città le bloccano, su internet si rivalutano

Auto diesel usate – Le città le bloccano, su internet si rivalutano

[fonte: quattroruote.it] – Nonostante il dieselgate, il calo delle vendite, i divieti per le Euro 3 da poco entrati in vigore nelle Regioni padane e le restrizioni al traffico per ridurre l’inquinamento atmosferico introdotte o annunciate da molte amministrazioni locali di mezza Europa, con i sindaci delle principali capitali che fanno a gara a chi le bandirà per primo dalle città, le auto a gasolio sopravvivono, e apparentemente molto bene, anche sul mercato dell’usato. A dirlo è la BCA (società di aste automobilistiche che ha venduto 1,3 milioni di veicoli nell’ultimo anno in Europa), secondo cui la vendita di seconda mano cresce e il valore residuo resiste….leggi tutto

Seat Cristobal 5G – La concept iperconnessa punta sulla sicurezza hi-tech

Seat Cristobal 5G – La concept iperconnessa punta sulla sicurezza hi-tech

[fonte: quattroruote.it] – Per la Seat il futuro si chiama Cristobal (Cristoforo, come il navigatore Colombo), denominazione che contraddistingue le concept dai contenuti hi-tech. Dopo la versione su base Leon, mostrata l’anno scorso, la Casa di Martorell si è presentata allo Smart City Expo World Congress di Barcellona con un’Ateca dotata di tecnologia 5G: una sorta di laboratorio viaggiante e iperconnesso che traccia la strada verso il futuro. Nella città catalana, la Seat ha illustrato altre proposte per la mobilità, tra cui un progetto di bus on demand e un monopattino elettrico in grado di viaggiare per 45 chilometri con una carica.

Zero incidenti. In un futuro non troppo lontano, le città offriranno infrastrutture collegate ai veicoli e ai dispositivi mobile dei pedoni, con l’obiettivo di ridurre a zero gli incidenti e fluidificare il traffico. Per rendere possibile tutto questo serviranno mezzi connessi proprio come la Cristobal: già testata a Segovia e Talavera de la Reina in collaborazione con Telefónica, la concept monta 17 assistenti di sicurezza attualmente allo studio. Le funzioni di Cristobal più vicine alla fase finale di sviluppo e che saranno introdotte prossimamente sulle vetture di serie sono l’Exit-Assistant, che segnala la presenza di veicoli quando si sta per scendere dall’auto, il Display-Mirror, uno specchietto retrovisore che elimina i punti ciechi, e l’Advanced ACC, un cruise control adattivo che permette la regolazione automatica della velocità in base ai limiti….leggi tutto

Snam e Seat – Insieme per l’auto a metano

Snam e Seat – Insieme per l’auto a metano

[fonte: quattroruote.it] – Snam e Seat insieme per la mobilità sostenibile. Il ceo della Casa spagnola, Luca De Meo, e l’ad della utility energetica, Marco Alverà, hanno siglato un accordo strategico per promuovere l’utilizzo del gas naturale e di quello rinnovabile nell’autotrazione.

Iniziative e nuovi prodotti. In base all’intesa le due aziende studieranno opportunità di sviluppo e business oltre a iniziative rivolte a rivenditori e automobilisti per promuovere il sistema della stazioni di rifornimento di gas naturale ed elaborare nuove tecnologie. Seat e Snam collaboreranno anche nello sviluppo di prodotti per offrire valore aggiunto ai proprietari dei veicoli a metano.

Sviluppo del biometano. L’accordo, che potrà essere esteso anche agli altri brand del gruppo Volkswagen, include iniziative per lo sviluppo del biometano, tecnologia che consente un’ulteriore riduzione delle emissioni….leggi tutto

Osservatorio Nomisma – Gli incentivi e le agevolazioni spingono le auto elettriche

Osservatorio Nomisma – Gli incentivi e le agevolazioni spingono le auto elettriche

[fonte: quattroruote.it] – 2Il diritto ai parcheggi gratuiti, l’accesso libero ai centri delle città o alle zone a traffico limitato, l’esenzione dal pagamento del bollo e i sistemi di incentivi all’acquisto sono i motivi che stanno spingendo molti italiani a ricorrere all’acquisto di veicoli a propulsione elettrica o ibrida. È quanto emerge da una ricerca dell’Osservatorio Mobilità smart e sostenibile di Nomisma, con il sostegno, tra gli altri, della banca Bper e della società di flotte aziendali Sifà.

Mobilità elettrica, questa conosciuta. Dalla ricerca, frutto di un sondaggio basato su quasi mille interviste, si rileva come sia elevata la percentuale di italiani che conoscono le propulsioni alternative. Il 39% del campione è al corrente dell’esistenza di mezzi ibridi o ibridi plug-in, ma nel caso delle sole elettriche si sale al 44%….leggi tutto

Autopromotec: le novità iniziano dalla sede

Autopromotec: le novità iniziano dalla sede

[fonte: notiziariomotoristico.com] – 22-26 maggio 2019: Autopromotec si prepara alla nuova edizione con numerose novità, a partire dal tanto atteso ampliamento dello spazio espositivo.

Giunta alla 28° edizione, Autopromotec ha continuato a crescere negli anni, attirando un numero sempre maggiore di visitatori, ma anche di espositori, che spesso dovevano mettersi in lista d’attesa per riuscire ad avere uno spazio espositivo ricavato all’interno di un quartiere fieristico sempre più pieno.

È con grande soddisfazione, perciò, che Autopromotec si presenta alla prossima edizione con un rinnovato spazio espositivo e nuovi padiglioni: 4.000 mq in più, che permetteranno una ridistribuzione degli spazi, con la possibilità di poter ospitare un maggior numero di espositori….leggi tutto

Alimentazioni alternative in Europa nel 2018: immatricolate 917.759 auto

Alimentazioni alternative in Europa nel 2018: immatricolate 917.759 auto

[fonte: notiziariomotoristico.com] – Sono più di 917.000 le autovetture ad alimentazione alternativa vendute nei primi nove mesi del 2018 (+31%), di cui 196.000 in Italia che è tra i paesi con la quota di auto ecofriendly più alta sul proprio mercato. Ecco tutti gli ultimi aggiornamenti, grazie all’approfondimento realizzato dall’Area Studi e Statistiche ANFIA.

Se nel 2017 erano 953.355 (+39% sul 2016), nei primi nove mesi del 2018 le nuove immatricolazioni di autovetture ad alimentazioni alternativa sono circa 918.000 (917.759), in crescita tendenziale del 31,5% (Fonte: ACEA).
Il mercato è così composto: 273.702 auto elettriche, di cui 132.944 a batteria (incluso fuel cell) e 140.758 ibride plug-in (incluso extended range), 459.825 ibride (mild&full) e 184.232 auto a gas (gas naturale, GPL, E85)…leggi tutto

Mobilità sostenibile: l’Italia è pronta?

Mobilità sostenibile: l’Italia è pronta?

[fonte: notiziariomotoristico.com] – La mobilità sostenibile prende piede in Italia. Grazie al primo Osservatorio Nomisma presentato a Milano, vediamo come e perché.
L’elettrificazione in Italia è iniziata: da gennaio a ottobre, rispetto al 2017, le auto elettriche sono aumentate dell’1,2%, mentre quelle ibride dello 0,2%. A Milano, lo scorso 21 novembre, è stato presentato per la prima volta l’Osservatorio Nomisma sulla mobilità smart e sostenibile. Ciò che è emerso è che i numeri sono ancora ridotti rispetto al circolante totale, ma il trend è in continua ascesa.

Questo fenomeno, infatti, rappresenta una realtà da tenere in considerazione e che spinge, oggi ancora senza urgenza, gli operatori del settore a integrare le proprie competenze per poter operare in totale sicurezza.
Senza considerare poi che anche gli automobilisti che arrivano in officina cominciano a prendere confidenza con questa tematica e con le nuove alimentazioni: il 39% degli italiani, infatti, dichiara di conoscere i veicoli ibridi o ibridi plug-in, mentre il 44% quelli elettrici…..leggi tutto


CNA Gruppo Servizi Nazionale Srl
Piazza Mariano Armellini, 9A – 00162 Roma
P.Iva 11060761001

Powered by
SIXTEMA spa